Trattamento Ayurvedico per il Viso

mukha-lepam

In Ayurveda tradizionalmente esistono numerosi trattamenti specifici e dedicati per ogni parte del corpo. Vengono principalmente distinti in trattamenti definiti anga-abhyanga ovvero parziali (che riguardano cioè una sola parte del corpo) e sarvanga-abhyanga ovvero completi  (che riguardano tutto il corpo).
Fra quelli parziali troviamo anche il trattamento per il viso. La logica del trattamento tradizionale ayurvedico anche in questo caso ha come obiettivo il riequilibrio dei Tre Dosha che quando sono perturbati si manifestano ad ogni livello: fisico, mentale ed emozionale.
La testa ed il viso sono da sempre in Ayurveda tenuti in grande considerazione e sono oggetto di cure particolari, proprio perché nella testa e nel viso sono presenti tutti e cinque i nostri organi di senso e, in Ayurveda, una delle principali cause di squilibrio avviene anche attraverso un uso non adeguato di questi organi.
Il trattamento ayurvedico del viso scende quindi ancora più in profondità, poiché agendo anche sugli organi di senso nutrendoli e purificandoli, concorre al riequilibrio dei Tre Dosha.
Da un altro punto di vista lo squilibrio doshico si manifesta e diviene evidente anche attraverso la cute. Il viso è come uno specchio che riflette alla perfezione il nostro stato più profondo.

Secondo l’Ayurveda un equilibrato stile di vita, una giusta e regolare alimentazione, un adeguato riposo, la calma mentale, una corretta gestione delle emozioni, il rispetto della propria natura individuale (Prakriti), i trattamenti ayurvedici specifici, etc. sono tutti fattori che concorrono alla prevenzione degli squilibri ed al mantenimento dello stato di armonia.
Come per ogni altro trattamento ayurvedico anche per il viso occorre seguire alcune regole di base che vengono schematicamente  indicate nei seguenti passaggi:

 

  • Snehana = oleazione/massaggio
  • Svedana = sudorazione/applicazione di calore (vapore)
  • Lepa = applicazione di impiastro/maschera
  • Taila = applicazione finale di olio ayurvedico specifico

Snehana

Sulla cute ben pulita ed asciutta, eseguire un accurato massaggio del viso utilizzando il Taila (olio) ayurvedico più adatto secondo il tipo di pelle, la Prakriti e la condizione.
Scopo dello Snehana e del massaggio è quello di agire sugli strati più profondi, riattivare la circolazione, sciogliere le tensioni, rinforzare i tessuti etc. ma soprattutto mandare precisi messaggi alla fisiologia.
Le manualità adottate e le proprietà del Taila concorrono alla mobilizzazione delle tossine, e contrastano il perturbamento dei Dosha.

Svedana

Prevedere quindi un trattamento di vapore al viso avendo cura di proteggere gli occhi. Attraverso lo svedana si aprono tutti i pori della pelle; inizialmente il calore veicola al meglio le proprietà del Taila precedentemente applicato tramite il massaggio, mentre l’azione nel tempo dello svedana libera gli Srotas (canali della circolazione), mentre le tossine raggiungono gli strati più superficiali per poter essere rimosse.

Lepa

Applicare Thejus Choorna opportunamente miscelata con il veicolo di base più adatto e scelto secondo il tipo di pelle e la condizione (vedere tabella caratteristica pelle). Per Vata usare latte intero fresco o panna liquida fresca, per Pitta usare acqua di rose, per Kapha usare il miele. Lasciare in posa per il tempo indicato e poi risciacquare accuratamente con semplice acqua tiepida.  L’applicazione del Lepa sulla pelle ben pulita e con i pori aperti agisce più in profondità, rigenerando i tessuti, apportando specifici nutrienti ed acquietando i Dosha perturbati.

Taila

Applicare alla fine sul viso ben asciutto alcune gocce del prezioso Kumkumadi taila e, con un leggero massaggio, favorirne il completo assorbimento. L’applicazione finale del Kumkumadi Taila è il completamento di elezione, le preziose sostanze racchiuse in questo delicato ed armonico Taila raggiungono gli strati più profondi, nutrendo la pelle, apportando tutti i benefici e le proprietà delle sostanze erbali in esso disciolte e consolidando infine tutte le azioni del “Trattamento ayurvedico del viso” svolte in precedenza.

Mantenere queste quattro azioni secondo l’ordine stabilito è dal punto di vista ayurvedico estremamente importante, poichè l’azione riequilibrante sui Dosha non risiede tanto nelle singole e particolari “azioni” ma nella sequenza specifica e cronologica delle tecniche effettuate secondo precise modalità, confermando così l’importanza che l’Ayurveda ripone sulle relazioni fra gli eventi piuttosto che sugli eventi stessi.

Visualizza il depliant del trattamento Ayurvedico completo per il viso