Ansipax®

Indietro

Ansipax®

RILASSAMENTO E BUON SONNO

La vita contemporanea genera sulle persone un carico sempre maggiore di “stressor” rappresentati da una molteplicità di pressioni quotidiane, non facilmente evitabili, come quelle relazionali, lavorative, famigliari, economiche. Nei nostri tempi, più che nel passato, queste problematiche si caratterizzano per un aspetto di maggiore cronicità e generano una normale ma crescente difficoltà nel reggere ad un continuo aumento di richieste di prestazioni da parte della società e rispetto alle quali l’uomo contemporaneo fa fatica a “tenere il passo”.

Questo contesto può generare una serie di comuni manifestazioni psico-emotive, non patologiche, che tuttavia disturbano la generale qualità di vita e la normale tranquillità con il comparire di tensione nervosa, agitazione, difficoltà nel rilassarsi, apprensione, inquietudine e irritabilità.

In pratica in queste situazioni la risposta individuale agli “stressor” supera i normali livelli dell’ansia fisiologica, che è una reazione normale e utile in certe situazioni, e senza raggiungere livelli patologici si colloca in una dimensione disturbante della vita quotidiana. Frequentemente queste sensazioni spiacevoli si accompagnano anche a difficoltà nel prendere sonno e nel mantenerne la fisiologica durata e qualità, e si correlano anche a manifestazioni fisiche come tensione muscolare, tensione gastrointestinale, palpitazioni e gonfiore.

Premesso che per la soluzione di queste problematiche funzionali sarebbe necessario poterne rimuovere le cause ed il poter adottare un diverso stile di vita, per dare sollievo alle “ansie della quotidianità” sin dall’antichità più sistemi medici tradizionali hanno sfruttato l’azione di specifiche piante medicinali dalle proprietà rilassanti e distensive. Le stesse piante medicinali sono ancora oggi molto apprezzate e concentrate in moderne formulazioni di integratori naturali proposti per coadiuvare la fisiologica risposta individuale nel ritrovare il naturale rilassamento psico-fisico ed il sonno fisiologico.


Ansipax® grazie ai suoi estratti vegetali concentrati e alle funzioni riequilibranti del magnesio può favorire il fisiologico rilassamento ed il sonno fisiologico in presenza di tensione nervosa, agitazione, irritabilità e nelle tensioni fisiche correlate come quelle muscolari e gastrointestinali.

 

Ansipax® è un integratore alimentare a base di Passiflora  (Passiflora incarnata L.), Magnolia  (Magnolia officinalis Rehder & Wilson), Luppolo (Humulus lupulus L.), Giuggiolo (Ziziphus jujuba Mill.) e di Magnesio.

La Passiflora, il Luppolo e il Giuggiolo favoriscono il rilassamento durante la giornata e predispongono alla sera al sonno naturale, inoltre il Giuggiolo contribuisce al generale benessere mentale così come la Passiflora che assiste anche alla normalità della motilità intestinale. Il Luppolo contribuisce anche alla regolarità delle funzioni digestive così come la Magnolia che favorisce anche il drenaggio dei liquidi corporei. Il Magnesio è utile per il corretto funzionamento del sistema nervoso, contribuisce alla normale funzione psicologica e alla normale funzione muscolare.

Apporti medi degli ingredienti caratterizzanti
Componenti  Dose giornaliera (2cpr)
 % VNR*
Passiflora, e.s.
da cui Vitexina
600 mg
 21 mg
Magnolia, e.s.
da cui onochiolo
300 mg
6 mg
Luppolo, e.s.
da cui flavonoidi come rutoside
200 mg
0,8 mg
Giuggiolo, e.s.
da cui saponine triterpeniche
100 mg
2 mg
Magnesio 150 mg 40

*VNR: valore nutritivo di riferimento giornaliero (adulti) ai sensi del Reg. (UE) n. 1169/2011

Confezione

Astuccio da 30 compresse da 1200 mg

Contenuto netto : 36 g

Modo d’uso

Assumere 2 compresse  nell’arco della giornata, da deglutire con un po’ di acqua, oppure 2 compresse in un’unica somministrazione un’ora prima del riposo notturno.

Avvertenze

Non superare la dose consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata di un sano stile di vita. Non assumere in gravidanza, durante l’allattamento ed in caso di allergia nota o presunta verso uno o più dei componenti. Non somministrare ai bambini. In presenza di patologie ed in caso di concomitante assunzione di farmaci si consiglia di sentire il parere del medico prima di assumere il prodotto.

Approfondimenti

Newsletter Fitoterapia nr. 58 – Aprile 2021. La passiflora come integratore  nei disturbi del sonno in “Covid-19 age”. “Effects of Passiflora incarnata Linnaeus on polysomnographic sleep parameters in subjects with insomnia disorder: a double-blind randomized placebo-controlled study.”
Newsletter Fitoterapia nr. 57 – Febbraio 2021. Magnolia officinalis: razionali di impiego come integratore nei disturbi d’ansia e nelle somatizzazioni gastrointestinali da stress. “Biological activity and toxicity of the Chinese herb Magnolia officinalis Rehder & E. Wilson (Houpo) and its constituents.”

Bibliografia

(1) Miroddi, M., et al. “Passiflora incarnata L.: ethnopharmacology, clinical application, safety and evaluation of clinical trials.” Journal of ethnopharmacology 150.3 (2013): 791-804.
(2) Da Silva, Janilson Avelino, et al. “Effects of the single supplementation and multiple doses of Passiflora incarnata L. on human anxiety: A Clinical Trial, Double-blind, Placebo-controlled, Randomized.” International Archives of Medicine 10 (2017).
(3) T akara, Tsuyoshi, et al. “Passionflower Extract Improves Diurnal Quality of Life in Japanese Subjects with Anxiety: A Randomized, Placebo-controlled, Double-blind Trial.” Functional Foods in Health and Disease 9.5 (2019): 312-327.
(4) Ngan, Alice, and Russell Conduit. “A double‐blind, placebo‐controlled investigation of the effects of Passiflora incarnata (passionflower) herbal tea on subjective sleep quality.” Phytotherapy Research 25.8 (2011): 1153-1159.
(5) Ulbricht, Catherine, et al. “Hops (Humulus lupulus): An Evidence-Based Systematic Review by the Natural Standard Research Collaboration.” Alternative and Complementary Therapies 18.2 (2012): 98-108.
(6) Kyrou, Ioannis, et al. “Effects of a hops (Humulus lupulus L.) dry extract supplement on self-reported depression, anxiety and stress levels in apparently healthy young adults: a randomized, placebo-controlled, double-blind, crossover pilot study.” Hormones 16.2 (2017): 171-180.
(7) Schiller, H., et al. “Sedating effects of Humulus lupulus L. extracts.” Phytomedicine 13.8 (2006): 535-541.
(8) Heyerick A. et al. A first prospective, randomized, double-blind, placebo-controlled study on the use of a standardized hop extract to alleviate menopausal discomforts. Maturitas. 2005 Nov 28;
(9) Kurasawa, T., Chikaraishi, Y., Naito, A., Toyoda, Y., Notsu, Y., 2005. Effect of Humulus lupulus on gastric secretion in a rat pylorus-ligated model. Biological and Pharmaceutical Bulletin 28, 353–357.
(10) Mahajan, R. T. C. M., and M. Chopda. “Phyto-Pharmacology of Ziziphus jujuba Mill-A plant review.” Pharmacognosy Reviews 3.6 (2009): 320.
(11) Peng WH, et al. Anxiolytic effect of seed of Ziziphus jujuba in mouse models of anxiety. J Ethnopharmacol. (2000)
(12) Yeung WF, et al. Chinese herbal medicine for insomnia: A systematic review of randomized controlled trials. Sleep Med Rev. (2012)
(13) Mesaik, Ahmed M., et al. “In vivo anti-inflammatory, anti-bacterial and anti-diarrhoeal activity of Ziziphus Jujuba fruit extract.” Open access Macedonian journal of medical sciences 6.5 (2018):757.
(14) CHEN, Ji, and Bo-chu WANG. “Advances in Pharmacological Studies of Cortex Magnoliae Officinalis [J].” Journal of Chongqing University (Natural Science Edition) 9 (2005).
(15) Koetter, Uwe, et al. “Interactions of Magnolia and Ziziphus extracts with selected central nervous system receptors.” Journal of ethnopharmacology 124.3 (2009): 421-425.
(16) Kuribara H, et al. The anxiolytic effect of two oriental herbal drugs in Japan attributed to honokiol from magnolia bark. J Pharm Pharmacol. (2000)
(17) Zhang, Wei-Wei, et al. “Effects of magnolol and honokiol derived from traditional Chinese herbal remedies on gastrointestinal movement.” World journal of gastroenterology: WJG 11.28 (2005): 4414.
(18) Fawcett, W. J., E. J. Haxby, and D. A. Male. “Magnesium: physiology and pharmacology.” British journal of anaesthesia 83.2 (1999): 302-320.
(19) Cox, I. M., M. J. Campbell, and D. Dowson. “Red blood cell magnesium and chronic fatigue syndrome.” The Lancet 337.8744 (1991): 757-760.
(20) Compare, Angelo, and Enzo Grossi, eds. Stress e disturbi da somatizzazione: Evidence-Based Practice in psicologia clinica. Springer Science & Business Media, 2012.